hop(e) points, web-opera (2021)

Musica e progetto Silvia Lanzalone
Elaborazioni visive Silvia Lanzalone, Emanuela Mentuccia
Assistente informatico Antonio Russo


hop(e) points è un'opera audiovisuale ideata e prodotta nel web durante una delle più estese pandemie della civiltà globalizzata, in cui la necessità di distanziamento fisico rende indispensabile l’incremento di nuove forme di comunicazione e nuove forme d’arte digitale.
Virtuale ed incorporea, l’opera si genera, si compone, si sviluppa e si mostra nel web, attualizzandosi nel momento in cui viene ascoltata e osservata, e manifestandosi attraverso il mezzo tecnologico che la diffonde e l’ambiente che la ospita; la sua durata, teoricamente illimitata, si plasma e si modella sulla base dei criteri della fruizione.
Il pubblico può ascoltare e vedere l’opera secondo tecnologie, modalità e tempi propri, accedendovi tramite link, o assistendo alle sue diverse possibili rappresentazioni, o semplicemente immaginandola esistere ed evolversi nel web.
Il web di hop(e) points è una sorta di “natura digitale”, intesa come luogo di sopravvivenza, di distribuzione e di evoluzione del pensiero, nella quale è possibile realizzare la creazione di una visione senza spazio e di una musica senza tempo, artefatti incorporei e sfuggenti, immersi nella dimensione metafisica di una spiritualità senza fede.


hop(e) points
, realizzata presso il CRM-Centro Ricerche Musicali di Roma, è una produzione ArteScienza 2021, sarà attiva online dal 7 al 17 luglio 2021 e sarà eseguita in concerto presso il Goethe-Institut di Roma durante due diverse fasi della sua evoluzione. 

Esecuzioni (apertura e chiusura): mercoledì 7 luglio e sabato 17 luglio 2021, ore 21.


© Silvia Lanzalone 2021